Il contenuto del blog è stato spostato sul dominio www.ondebat.net

giovedì 9 giugno 2011

Vimini


c'ho bisogno d'un tempo
d'un sogno,
c'ho l'orgoglio del vento
sul grugno
ch'è un segno
o un bisbiglio del mondo.
c'ho una rima malsana
che smania
ruffiana
e prima d'ognuna
possibile
azione
in punta di lingua
a uscir si dimena.
è un magico gioco
un delirio
gaglioffo,
non poco,
conceda vossia,
del lessico
morbido
un bieco
sottil corollario.
è l'anima antica
che assolve al suo ufficio
e ardir se ne frega
accostar
il poema
alla bega.

baciata,
alternata,
incrociata,
invertita
or incatenata
e sparsa qua e là.

cieco,
sornione
vil
rabdomante
di note buone
e d'azione,
serpente in prigione,
la mente
privata
del lume della ragione
che ancora ricorda
le gote
e il sorriso
di donne,
un milione,
spiandone
il viso dioniso,
guardone,
ne scruta
la perfezione
e l'assenza di peso
e insisto
e l'emozione
in vero
lo riconosco
e ad essere
onesto e sincero,
è 'l meglior pretesto
all'umano
maldestro
perenne
voltar di stagione.

ode
ballata
canzone
stornello
rondò
sonetto
non smetto
e schiocco
le dita,
nonsense
da limericchio
perfetto,
la favola
satira
ch'assume
la forma
assai fatua
d'un vecchio
triolet

E pure son io
passant solitario
alla folla, all'oblio
rimario per poveri
di geniofollia
che dio
solo sa se la mia
sia dote
prurito
fastidio
soltanto capriccio
o pure
armonia.
l'attesa
è un sole mediocre
che arrossa
di poco,
di tono,
il colore
e fissa le sfumature
nell'iridi
chiare d'un volto
nel vento primaverile
riflesso perplesso
a pensare
e passa
sommesso
a dorarne il profilo,
donarne uno nuovo
e accorto
inosservato
ogni giorno più schivo
in silenzio
poi
muore.
un lasso d'eterno
nel quale, mi fermo
dal calpestare
quel manto
di foglie
di ruggine
chine
passite dal tempo
dall'abitudine
e inciampo alla fine
in me stesso
medesimo
me sognatore
e dondolo appeso
all'indaco vuoto
screziato
da un blanco sorriso,
a malapena
calpesto il terreno,
sospeso
in un susseguirsi di rime
tra sogno e finzione,
un poco indeciso
un poco sorpreso.
Molignì

Nessun commento:

Posta un commento